Alexander McQueen- Giostre in passerella- Analogia Mod(ern)a-

Alexander McQueen.

Oggi sono passati quattro anni dal giorno della sua morte e tuttavia le sue creazioni continuano ad influenzare la moda e le mode così come facevano quando era in vita.

Ma non sono solo gli abiti da lui realizzati ad essere diventati dei modelli da imitare, ma anche le scenografie delle sue sfilate.

Ne è la prova la scenografia della collezione invernale del 2002 “What a merry go round”.

Il centro della passerella è occupato da un enorme quanto tetra giostra a cavalli, intorno alla quale modelle sotto forma di clown si aggirano con modi grotteschi.

tumblr_msboh3pLfu1qbbjpeo1_400

Giostra che anche se in versione total white ritroviamo sulla passerella della collezione autunno inverno di Chanel del 2009. Questa vota i cavalli sono sostituiti dagli accessori iconici del marchio ed è così che borsette matelasse, camelie e fili di perle si alternano in una deliziosa successione di frivolezze.liuytrfdghju

Il 2012 è l’anno di Louis Vuitton, che stavolta fa entrare in passerella le modelle direttamente a cavallo della giostra, una giostra delle più candide decorata da semplici lucine per esaltare le tonalità pastello degli abiti confezionati da Marc Jacobs per lo show.

%3D%3Futf-8%3FB%3FNDE1NTk3NjA4LmpwZw%3D%3D%3F%3D-729853Difficile dire quale sia stata delle tre la più spettacolare e riuscita delle collezioni, ma resta il fatto che Alexander McQueen continuerà ad influenzare con la sua teatralità il fashion system ancora per decenni.

Annunci